EyesWideCiak

La Maschera - Pullecenella  clikka

“Pullecenella” primo singolo del gruppo

La Maschera.

Il videoclip, interpretato da

Riccardo Ciccarelli e Andrea Caiazzo

girato nel caratteristico quartiere della Pignasecca, nel centro storico di Napoli,

curiosità:

sarà divulgato, grazie al suo successo, a ciclo continuo per molti mesi attraverso i monitor di tutte le stazioni ferroviarie di Napoli e provincia.

Video consigliato:

con la partecipazione straordinaria

del campione del mondo Fabio Cannavaro e del fuoriclasse Bico.

napoli calcio a 5

www.tagheuerrep.net

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

EWC 2001 s.r.l.s.

La EWC 2001 è un‘impresa culturale, società di produzione indipendente  che realizza documentari creativi, progetti cinematografici e audiovisivi, attività per il web per un pubblico internazionale, in associazione con  partner nazionali ed esteri, con network TV e con il supporto di fondi pubblici nazionali ed europei.

La Società produce opere a tematica sociale, con particolare attenzione a disagio giovanile, devianza, emarginazione, condizione femminile, che sono state presentate nelle selezioni ufficiali di Cannes, Bologna, Lecce, Torino e Locarno, ottenendo riconoscimenti e premi.

panerai.kuvarsitwatch.me

Sostienici! Semplicemente condividendo questa pagina.

oppure iscriviti al nostro canale youtube

Negli ultimi anni le sue aree di attività si sono ampliate nel settore degli eventi, dell'intrattenimento, dei social web e dei nuovi linguaggi di comunicazione, diventando con il proprio sito web riferimento sicuro dove condividere esperienze, emozioni e progetti in sviluppo.
EWC 2001 è nata dall'unione di professionisti con consolidata esperienza nel settore dell'audiovisivo, in particolare: Vincenzo Caiazzo, regista, direttore della fotografia e supervisore tecnico, Carmine D’Onofrio, amministratore e responsabile organizzativo.
Attraverso le competenze professionali dei Soci Fondatori, la Società interagisce con interlocutori istituzionali e privati per individuare target di riferimento strategici e definire  l’offerta delle opere prodotte, con il supporto delle nuove tecnologie, al fine di potenziare la visibilità e la distribuzione nei vari mercati.

 

Bio-filmografia di Vincenzo Caiazzo

Nato a Napoli nel marzo 1979. Nel 1998 si trasferisce a Milano dove partecipa al corso per Tecnico del suono presso la scuola C.P.M (Centro professionale musica), conseguendo l’Attestato di Fonico per spettacoli di musica live e lavorando successivamente presso il Phoenix studio di Castelmella (BS) e imparando l’utilizzo di software come Protools, Cubase, Logic, Ableton e specializzandosi in mansioni riguardanti il linguaggio Midi.
Nel 2001 si trasferisce a Bologna per frequentare l’Università e nel 2005 consegue la Laurea in Discipline dell’Arte e dello Spettacolo presso l’Università di Bologna.
Nel 2004 vince il concorso (10 posti per 820 iscritti) per accedere al progetto Fandango che consisteva in un Laboratorio di regia e produzione tenuto dal produttore Domenico Procacci, a cui hanno partecipato attivamente i registi Paolo Sorrentino, Matteo Garrone, Guido Chiesa, Emanuele Crialese, Daniele Vicari, lo scrittore Alessandro Baricco, e i produttori Nicola Giuliano e Gianluca Arcopinto.
Negli anni successivi coltiva la sua passione per gli aspetti tecnici che riguardano il cinema e per questo impara l’utilizzo di Premiere, Final Cut, After Effect, e Protools, firmando il montaggio e la fotografia di tutte le sue opere dal 2009 in poi.
Alla fine del 2005 realizza “La Fondue” il primo cortometraggio prodotto dalla Fandango, in collaborazione con Sky; storia in chiave grottesca di un gruppo di uomini di potere che, difronte a succulenti pezzi di carne, decidono il destino dell’umanità. Il corto vede come protagonista l’attrice, allora ancora sconosciuta, Cristiana Capotondi, oltre che a Remo Remotti, Domenico Balsamo, Giulio Adinolfi. “La Fondue” viene acquistato da Sky Cinema Autore che lo manderà in onda successivamente per molti mesi.
Pianista e musicista, nel 2005 compone la colonna sonora del documentario “Nichi” di Gianluca Arcopinto distribuito al cinema, Premio Libero Bizzarri - DOC Film Festival Primo Premio Migliore Documentario Italiano e vincitore del Premio Napoli Cultural Classic come migliore colonna sonora. Alcuni brani della colonna sonora verranno utilizzati successivamente in altri cortometraggi e documentari. Il successo delle musiche convinse il produttore Emanuele Nespeca a produrre e distribuire il cd della del film Nichi. Nel disco la colonna sonora è mixata con i discorsi del politico Nichi Vendola (protagonista del film-documentario “Nichi”).
Nel 2005 produce per Fandango, nella figura di organizzatore generale, il cortometraggio “Due Sigarette” di Serena Alfieri. Durante i provini convince la sua amica regista a scegliere come protagonista la allora sconosciuta Alessandra Mastronardi.
Dopo aver vissuto a Roma, nel 2009 ritorna a Napoli, lavorando come insegnante nel corso di riprese audio per il cinema presso la scuola Spazio Musica di Pomigliano d’Arco. Lo stesso anno, con la collaborazione di Carmine D’Onofrio, fonda l’ass. EWC (EyesWideCiak), producendo principalmente videoclip musicali e cortometraggi. Successivamente cura la regia di “Rum & Coca, la miscela del generale”, il primo cortometraggio in pellicola prodotto da EWC in collaborazione con Filmon production.
Nel 2010 realizza il mediometraggio “La città della pioggia”,swiss replica watches con cui partecipa a numerosi festival in Italia (Visioni Italiane 2011 a Bologna, Il Niff di Roma, Etnaci Film Festival, Festival del Cinema di Lecce e vince il premio speciale Cineclub Fiori di Fuoco, festival del cinema indipendente, Lecce 2010).
Nel 2012 realizza il corto “Specchi riflessi” con Domenico Balsamo,best replica watches presentato in anteprima al Festival Visioni Italiane 2013 e vincitore del Premio Arci Bologna per film che trattino tematiche legate all'esclusione sociale, alle migrazioni, al diritto di cittadinanza: "per l'abilità nel mettere in scena personaggi non convenzionali sullo sfondo del difficile tema dell'integrazione sociale, e per la caratterizzazione dei ruoli minori e la cura dell'ambientazione."
Dal 2012 ad oggi dirige oltre 40 videoclip musicali. Tra i videoclip più rilevanti possiamo ricordare:
“Da domani” di Claudia Megrè, primo videoclip dell’artista. Successivamente la cantante Claudia Megrè arriverà alla finale del programma Rai The Voice. Cantante professionista, oggi può vantare numerosi duetti con artisti del calibro di Clementino e Gue Pequeno.
“Chi vuol cambiare può cambiare” di Lucariello. "Qui veut changer, peut changer" (Chi vuol cambiare può cambiare) è il progetto che vede protagonisti quattro istituti superiori partenopei (Liceo Pansini, Liceo Genovesi, ITI Marie Curie e ITC De Nicola), in collaborazione con il Marano Ragazzi Spot festival ed i giovani del carcere minorile di Nisida, presentato dall'assessore alla Scuola Annamaria Palmieri al Teatro San Carlo di Napoli. Il video è stato girato interamente all’interno del carcere di Nisida.
“Pullecenella” primo singolo del gruppo La Maschera. Il singolo Pullecenella è stato prodotto direttamente da Vincenzo Caiazzo e Carmine D’Onofrio. Il videoclip, interpretato da Riccardo Ciccarelli e Andrea Caiazzo e girato nel caratteristico quartiere della Pignasecca, nel centro storico di Napoli, sarà divulgato, grazie al suo successo, a ciclo continuo per molti mesi attraverso i monitor di tutte le stazioni ferroviarie di Napoli e provincia. Oggi il gruppo musicale La Maschera è sold out al Teatro Bellini di Napoli.
“Il ritorno del guaglione” di Francesco Paura. Un videoclip che rappresenta il ritorno con un disco di uno dei precursori del rap napoletano, che alla fine degli anni ’90 pubblicò molti successi con il gruppo “13 bastardi”.
Negli anni successivi dirige videoclip di molti altri artisti del panorama napoletano come i rapper Dope One Mc, Dj Uncino, Paura, Almamegretta, il cantante Pasqualino Maione, il cantautore Massimo De Vita e altri.
Realizza anche numerosi spot pubblicitari per aziende e società tra cui San Pellegrino, la SINCH (Società Italiana di Neurochirurgia), la Società Sportiva Napoli C5, il Centro di Biotecnologie dell’Ospedale Cardarelli di Napoli, e realizza spot per aziende leader nei rispettivi settori come Romano Autogas e Svas Biosana.
Nel 2015 dirige il cortometraggio “The Hyperrealism theory” che partecipa allo Short film corner del Festival di Cannes 2015.
Nel 2016 produce e dirige il cortometraggio “Dogs-Naso di cane”, film che vede protagonisti i cani. Presentato all’Ischia Film Festival ed al Crowfounding Day (il film è realizzato attraverso il crowfounding) nell’ambito del Giffoni Film Festival, vince un programma di sviluppo per la realizzazione del lungometraggio).
ATTUALMENTE
Appena terminata la realizzazione del cortometraggio “Quarantena”, prodotto con i fondi Nuova Imaie e i fondi Regione Campania - piano cinema 2018, diretto da Vincenzo Caiazzo, con Riccardo Ciccarelli, Maddalena Stornaiuolo e Luca Varone, Short Film Corner Festival di Cannes 2019.
Attualmente è impegnato nella realizzazione di 2 documentari. Il primo, dal titolo provvisorio “Napoli Playing - Lavorare nella musica”, sui mestieri della musica, rivolto ai giovani che vogliono intraprendere una carriera in ambito musicale. Il secondo dal titolo provvisorio “Storie di jazz”, sulla storia del Pomigliano Jazz, prodotto da EWC2001 e La Fondazione Pomigliano Jazz. Entrambi i documentari hanno ricevuto i fondi Regione Campania - piano cinema 2018.